Tenuta Gioia di…

Tenuta Gioia Di

Tempo di lettura stimato: 8 minuti

L’agricoltura oggi

“Tenuta Gioa Di” L’agricoltura oggi è un’attività in cui ciò che conta più di ogni altra cosa credo sia propria la capacità delle persone di fare squadra, di promuovere non soltanto se stessi e la propria azienda, ma un intero territorio.

La nuova classe di agricoltori che oggi ha il compito di fare tutto ciò che è in suo potere per affermare i valori di un’agricoltura moderna e tecnologicamente avanzata è fatta di giovani disposti ad affrontare il rischio come un’opportunità. Hanno un rapporto nuovo con la terra, con la produzione, con l’impresa e il lavoro in agricoltura. Hanno scoperto un legame profondo con la terra, non hanno paura di rischiare, anzi, colgono ogni singola opportunità e sanno bene che il successo della loro attività dipende anche dall’affermazione di un’identità forte e riconoscibile da parte del consumatore

Tenuta Gioia di…

Lucilla Gioia e Francesco Raccuglia, sono due giovani imprenditori, profondamente innamorati della propria terra e del proprio lavoro. Sono una coppia nella vita così come lo sono nel lavoro e insieme hanno deciso di scommettere sul successo della loro impresa, sfruttando competenze e capacità individuali.

La loro azienda, giunta alla quarta generazione, sorge in un suggestivo angolo, nel cuore della Sicilia, a Petralia Sottana, tra Palermo e Caltanissetta.

<<La nostra è un’azienda antica e giovane allo stesso tempo- spiega Lucilla. Antica, perché   fondata dal mio bisnonno Cosimo alla fine del 1800; giovane nello sviluppare nuove idee utilizzando risorse e strumenti all’avanguardia. Per tre generazioni l’azienda si è dedicata prevalentemente alla coltivazione degli antichi grani siciliani. Con la morte di mio padre nel 2017 ho deciso, supportata da mio marito, sempre   foriero di nuove idee ed iniziative, di diversificare la nostra produzione cerealicola, coltivando ortaggi da destinare alla produzione delle nostre  conserve. Coltiviamo sia cereali,   che per il momento vengono destinati alla vendita senza trasformazione,  sia leguminose, pomodoro “siccagno”, melanzane, peperoni, carciofi, cipolle, etc. che trasformiamo in prodotti finiti di eccellenza come conserve, confetture, marmellate e gelatina>>.

Quando tutto nasce dalla terra

Lucilla e Francesco hanno messo assieme le loro storie personali legate alla terra e le loro competenze, frutto di uno studio continuo, per cercare di dar vita a un’azienda giovane, dinamica, pronta al cambiamento.

<< Tutto nasce dalla terra e dalle idee di mio marito Francesco, titolare insieme alla sua famiglia da generazioni, di un’azienda agricola cerealicola che opera nel settore con le più innovative tecnologie, ma sempre nel rispetto e nella cura del territorio e dell’ambiente- spiega Lucilla. Grazie a lui, abbiamo riscoperto i vantaggi della semina su sodo che permette di diminuire le lavorazioni sul terreno, ridurre il consumo del carburante e allo stesso tempo le emissioni in atmosfera. Restituiamo ogni anno ai terreni il giusto carico organico utilizzando concimi biologici. Il nostro processo di produzione utilizza la tecnica della rotazione delle colture ossia l’alternarsi delle coltivazioni tra i terreni, in modo tale da non coltivare la stessa pianta nel medesimo appezzamento per troppo tempo. Questo avviene generalmente con rotazione biennale, triennale o quadriennale. Lo scopo è quello di risanare la fertilità del suolo, il controllo delle piante infestanti, evitando l’utilizzo di prodotti chimici ad azione fitosanitaria. Tutte le nostre materie prime sono coltivate a campo aperto, la raccolta degli ortaggi e della frutta è esclusivamente eseguita a mano e nella stessa giornata, dopo un’accurata selezione, i nostri prodotti vengono caricati e trasportati nel laboratorio per la realizzazione delle nostre conserve, confetture e marmellate. La lavorazione dei prodotti è realizzata seguendo le antiche ricette di famiglia   senza aggiunta di conservanti e la nostra linea di prodotti “NONNA MAMMINA” è   molto apprezzata dalla nostra clientela>>.

Sostenibilità e vicinanza al consumatore

Che Lucilla e Francesco siano disposti a lavorare sodo per creare un’azienda con dei valori di sostenibilità ambientale è fuor di dubbio. Durante la nostra piacevole chiaccherata, ho chiesto a Lucilla cosa differenzi la loro attività da tante altre.

<<Perché ci distinguiamo dagli altri?: coltivazione, produzione e trasformazione agricola legata al territorio; i nostri prodotti nascono dai nostri semi; seguiamo  direttamente tutti i processi dalla coltivazione alla   trasformazione per garantirne la qualità- afferma con forza Lucilla>>.

La qualità dei prodotti ha subito catturato l’interesse di chi inizialmente ha avuto modo di assaggiarli fra amici e conoscenti e da li a poco Lucilla si è trovata a soddisfare un numero crescente di richieste.

<<La trasformazione dei nostri prodotti con la relativa vendita- riprende Lucilla- era nata dall’idea di farli conoscere soprattutto ai nostri amici e conoscenti che ne hanno apprezzato fin da subito qualità e gusto. Il passa parola è stato immediato e la richiesta sempre maggiore ha fatto sì che abbiamo dovuto ampliare la nostra produzione e rete di vendita mantenendo inalterati i nostri standard di produzione e trasformazione. Ciò ha comportato che molto spesso dobbiamo dire no alle molte richieste>>.

I progetti per il futuro

Lucilla e Francesco lavorano con grande entusiasmo ogni giorno e  speriamo che in un prossimo futuro possano far crescere ancora di più la loro azienda e porsi obiettivi ambiziosi.

<<Nell’immediato futuro- conclude Lucilla- abbiamo programmato di rendere biologica al 100% tutta la nostra filiera   produttiva. Poco prima dell’inizio della pandemia avevamo in cantiere anche l’idea di rendere fruibile a tutti la nostra azienda, organizzando degustazioni, scuola di cucina e didattica per i bambini con la voglia di trasmettergli il nostro amore per la terra ed i suoi prodotti. Speriamo in un prossimo futuro di potere realizzare i nostri progetti…>>.

Non ci resta che seguire questa giovane coppia di imprenditori per vedere cosa il futuro gli riserverà

Articolo di Roberta D’Ancona

Condividi su:

Articoli recenti

Scopri i nostri Prodotti